Filosofia #phonefree – Il liceo San Benedetto primo in Italia

l Liceo Scientifico Sportivo San Benedetto di Piacenza sarà la prima scuola #phonefree italiana

Perchè una scuola phone-free?

In Francia i telefonini spariranno dalle scuole, da quest’anno per favorire l’apprendimento degli studenti d’oltralpe (articolo di approfondimento Repubblica)… e qui in Italia? Come siamo organizzati?

Tutti i prof lo sanno, che è un problema, inutile nasconderlo… Esisterebbe anche qui una regolamentazione ufficiale, risale al 2007 ed è stata voluta dal Ministro Fioroni sull'onda degli scandali dei video su atti di bullismo commessi a scuola e divenuti famosi via Youtube.

Dice questo, per le parole dello stesso ex Ministro in una lettera inviata il 15 marzo 2007 ai dirigenti scolastici (clicca qui per scaricare il testo completo):

" In via preliminare, è del tutto evidente che il divieto di utilizzo del cellulare durante le ore di lezione risponda ad una generale norma di correttezza [...]. In tali circostanze, l'uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici rappresenta un elemento di distrazione sia per chi lo usa che per i compagni, oltreché una grave mancanza di rispetto per il docente configurando, pertanto, un'infrazione disciplinare sanzionabile attraverso provvedimenti orientati non solo a prevenire e scoraggiare tali comportamenti ma anche, secondo una logica educativa propria dell'istituzione scolastica, a stimolare nello studente la consapevolezza del disvalore dei medesimi. [...] La violazione di tale dovere comporta, quindi, l'irrogazione delle sanzioni disciplinari appositamente individuate da ciascuna istituzione scolastica, nell'ambito della sua autonomia, in sede di regolamentazione di istituto. È dunque necessario che nei regolamenti di istituto siano previste adeguate sanzioni secondo il criterio di proporzionalità, ivi compresa quella del ritiro temporaneo del telefono cellulare durante le ore di lezione, in caso di uso scorretto dello stesso. Laddove se ne ravvisi l'opportunità, il regolamento di istituto potrà prevedere le misure organizzative più idonee atte a prevenire, durante le attività didattiche, il verificarsi del fenomeno di un utilizzo scorretto del telefonino. [...]Il divieto di utilizzare telefoni cellulari durante lo svolgimento di attività di insegnamento del resto, opera anche nei confronti del personale docente in considerazione dei doveri derivanti dal CCNL vigente e dalla necessità di assicurare all'interno della comunità scolastica le migliori condizioni per uno svolgimento sereno ed efficace delle attività didattiche, unitamente all'esigenza educativa di offrire ai discenti un modello di riferimento esemplare da parte degli adulti".


Anche nel nostro Regolamento Scolastico da quest’anno esiste tutta una specifica regolamentazione sull’uso del cellulare, perché ci siamo accorti che il continuo uso dei telefonini non solo aumenta la distrazione degli studenti, ma non li aiuta nell’educazione alla socializzazione ed alle relazioni … anzi peggiora il “clima” di tutta la scuola. I presidi cercano con ogni mezzo di vietarne l’utilizzo, ma - mentre ne è proibito l’uso – non lo è (ovviamente, essendo proprietà privata ) la detenzione… e tantomeno i ragazzi possono essere perquisiti dagli insegnanti in via preventiva… dunque come poter aiutare gli alunni a non distrarsi e al tempo stesso non mettere a repentaglio smartphone spesso più costosi di una bicicletta?!?

La soluzione esiste, ed arriva dall’America: si chiama YONDR ed è un’ottima idea.

Si tratta di una tasca speciale, che al suo interno può custodire i telefonini in totale sicurezza, ma una volta chiusa non è possibile in nessun modo riaprirla senza l’ausilio di una speciale base, simile a quelle utilizzate per i dispositivi “anti-taccheggio”, che verrà posizionata sulla cattedra e gestita dall’insegnante della prima ora: tutti i telefonini saranno riposti in sicurezza, e potranno rimanere anche di fianco ai legittimi proprietari…ma finalmente inoffensivi!


Come funzionano queste tasche?


Nei college americani è già un successo, soprattutto perché – senza i dispositivi elettronici – i ragazzi si sono accorti di quanto sia bello stare insieme in compagnia!!!

Siamo sicuri che - sopo le prime difficoltà (necessarie per ogni detox) - anche in nostri ragazzi saranno contentissimi!!!

BUON ANNO SCOLASTICO #PHONEFREE A TUTTI!


Ascolta il PODCAST del pezzo che ci ha dedicato RADIO DEEJAY L'intervento che ci ha ripreso al TG1 Vedi la lettera di presentazione ai genitori Vedi l'articolo di presentazione di Settembre 2018

La presentazione del progetto

I video utilizzati nella presentazione