Laboratorio teatrale

COMPAGNIA
DEI BENEDETTI RAGAZZI


Laboratorio teatrale coordinato da Stefano Dallavalle

“Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle”.
Nelle parole del grande scrittore irlandese Oscar Wilde troviamo il senso di questo lavoro realizzato dai nostri studenti. Ragazze e ragazzi capaci di “guardare alle stelle”, inseguendo l’elemento imprescindibile per la vita di ogni uomo: il desiderio. Il desiderio è un’esperienza di alterità, una vertigine che mi ustiona, mi rapisce e si soddisfa solo attraverso il riconoscimento dell’altro. Solo attraverso questo riconoscimento dell’altro possiamo trovare il senso originario della vita stessa, che si realizza tramite il miracolo della parola. Guardare questi ragazzi, impegnati nello studio e nella pratica per mettere in scena bellissimi scritti e racconti, testimonia quanto sia importante la parola nell’impianto educativo della nostra scuola. La parola che si fa corpo come strumento di bellezza e come opportunità di guardare in alto, sapendo di trovarvi risposte.
Il Preside Fabrizio Bertamoni




Vedo giovani donne e giovani uomini, che ho conosciuto da ragazzi, appassionarsi ancora per un testo, cercare di superare i propri limiti, affrontare un’ansia buona, una prova da superare. Ne vedo altri che stanno crescendo, conosciuti più di recente, intenti a cercare di reinventarsi, di ripetere un’esperienza faticosa con la fiducia che il premio sia qualcosa da ricordare, ancora una volta. E poi nuovi allievi, alcuni molto giovani, che si affidano a quello che sentono uscire dalle nostre bocche, quello che leggono nei nostri occhi, e affrontano questa prova con una speranza che cerca conferme. E poi c’è una scuola che si trova in difficoltà. Sì, perché, se lavora per tutti questi ragazzi in una preziosa unione di intenti, rischia di cadere nella retorica: ma “fare tutto questo per i ragazzi” è un’ovvietà importante, qualcosa di banale in cui una scuola per fortuna deve cadere. E il liceo San Benedetto accetta davvero di buon grado questo ruolo, iniettando passione, e idee, e lavoro.

Stefano Dallavalle - Responsabile del Laboratorio Teatrale